23 Giugno 2021
News
percorso: Home > News > Scuola Calcio

D'Oriano: "I bambini devono divertirsi"

21-03-2019 07:48 - Scuola Calcio
Calcio e divertimento un binomio perfetto per i bambini. Dai più piccoli ai più grandicelli lo sport deve essere vissuto con gioia e come un'attività ludica per potersi esprimere al meglio imparando ma anche divertendosi. Lo sa bene mister Ernesto D'Oriano che è stato il protagonista di questa settimana della rubrica "Il Monteruscello si racconta". Di seguito le dichiarazioni del tecnico:


1) Mister lei allena i 2012, su cosa si basano i loro allenamenti?: "Per i bambini, avendo al massimo 7 anni, l'allenamento si basa su esercizi e attività ludiche e coordinative utilizzando esclusivamente il pallone".

2) Sabato scorso avete giocato contro lo Sport Planet, che partita è stata?: "La partita di sabato è stata combattuta ma nello stesso tempo equilibrata, conclusasi nel miglior modo per i bambini".

3) I suoi bambini sono tra i più piccoli, oltre ai 2013 di mister Ciocchi, della famiglia Monteruscello, cosa significa per loro la partita del weekend?: "La partita è il momento ultimo ma fondamentale di tutta la settimana per i bambini, perché possono esprimere la loro gioia e le loro capacità divertendosi con gli altri".

4)Lei oltre ad essere il loro allenatore è anche un educatore, quali sono le strategie che mette in campo per insegnare ai propri ragazzi a divertirsi ma anche le tecniche del calcio: "Ogni esercizio, ogni attività ludica sportiva che si propone ai ragazzi, con l'utilizzo del pallone, deve portare il bambino ad assimilare comportamenti e atteggiamenti di rispetto e collaborazione con i compagni".

5) Il calcio è uno sport competitivo ma allo stesso tempo di grande collaborazione, come si uniscono le due cose?: "Il bambino, abbiamo già detto, a questa età, deve avere come obiettivo il puro divertimento del gioco del calcio; è normale che confrontandosi con altri bambini venga fuori la competizione, ma deve sapere che senza i suoi compagni non potrà mai superare gli ostacoli che gli si propinano davanti: partita, avversario, sconfitta, vittoria".

6) Vuole dire qualcosa ai suoi bambini e ai loro genitori?: "Più che mai voglio ribadire il concetto di divertimento, questo ai miei ma anche a tutti i genitori, ricordando loro che per i bambini lo sport a questa età è, appunto, divertimento. È chiaro che ogni bambino tenda a voler vincere con la propria squadra, ma la cosa importante, al di là di una vittoria o di una sconfitta, è uscire dal campo felici".

Realizzazione siti web www.sitoper.it
Il prodotto è stato inserito nel carrello

continua lo shopping
vai alla cassa
close
Richiedi il prodotto
Inserisci il tuo indirizzo email per essere avvisato quando il prodotto tornerà disponibile.



Richiesta disponibilità inviata
Richiesta disponibilità non inviata
close
ACCEDI

NON SONO REGISTRATO

crea account
invia ad un amico
chiudi
Attenzione!
Non puoi effettuare più di 10 invii al giorno.
Informativa privacy
Testo dell'informativa da compilare...
torna indietro leggi Informativa privacy  obbligatorio